Area M Città Studi Sound: i concerti di ottobre

Il programma con tutte le informazioni utili per seguire i concerti della rassegna milanese dal 5 al 31 ottobre.

216

Venerdì 5, Martedì 9 e Mercoledì 10 ottobre 2018
Area M Orchestra diretta da Giovanni Agostino Frassetto
Carlito’s Way – una vita a Modo mio
5 ottobre – Teatro Menotti, via Ciro Menotti 11 –ore 20.45
9 ottobre – Spazio Teatro 89, via Fratelli Zoia 89 – ore 20.45
10 ottobre – Teatro Delfino, Piazza Piero Carnelli – ore 20.45
Prezzi: Intero euro 20,00
La storia del celebre gangster Carlito Brigante diventa oggi l’emblema dell’impossibilità a cambiare vita, di trovare cioè una via di redenzione nonostante tutte le buone intenzioni del mondo. Già nel 1993 il regista Brian De Palma ne aveva proposto una straordinaria versione filmica con il grande Al Pacino nella parte dello stesso Carlito Brigante. Sentiamo più che mai attuale porre l’attenzione sull’incapacità di opporsi al proprio destino, attraverso le disavventure di questo piccolo grande malavitoso newyorchese. Rispetto alla versione cinematografica, Carlito verrà riproposto in forma di reading insieme all’esecuzione di musiche del repertorio jazz latino usando però materiale musicale molto diverso da quello usato nel film, con l’intento di restituirci tutto il sapore del contesto urbano dove hanno vissuto Carlito ed i personaggi del ‘Barrio’ descritti nel testo. Mattia Sofo, Paolo Bandini ed Emilio Sioli, con l’aiuto di Alberto Astorri, qui protagonista, ne riscrivono la storia ispirandosi – molto liberamente – ai due romanzi di Edwin Torres, il giudice che lo aveva conosciuto, condannato e da cui però era rimasto affascinato, raccontandone, per primo, le vicende umane.

Carlito’s Way

Giovedì 11 ottobre 2018
Orchestra Jazz Siciliana – The Brass Group
Swing! Vieni Via con me
Teatro Menotti – Via Ciro Menotti 11, ore 21.00Prezzi: Intero euro 15,00 – ridotto euro 10
Da oltre quarant’anni, l’Orchestra Jazz Siciliana della Fondazione The Brass Group, è una realtà tra le più rare perché ha ospitato solisti tra i più illustri della scena internazionale: Francy Boland, Gil Evans, Carla Bley, Mel Lewis, Clarke Terry, Natalie Cole, Arturo Sandoval, Toots Thielemans, Dianne Reeves e Vince Mendoza, per citarne solo alcuni. Nel progetto “Vieni via con me” (edito su cd nel 2018) l’orchestra scandaglia la canzone italiana tra la fine degli anni 40 ed i 60, con omaggi a Fred Buscaglione, incursioni in tempi più recenti (“Spaghetti a Detroit” di Fred Bongusto, “Via con me” di Paolo Conte), nel repertorio internazionale dell’epoca (“Bongo bongo bongo”, “Buonasera signorina” e “Mambo italiano”) e perfino con composizioni originali che mantengono l’identico sapore di tutto il concerto. Gli arrangiamenti sono di Ninni Pedone che ne cura anche la direzione, mentre Sal Pizzurro, già apprezzato primo trombone dell’ensemble siciliano, qui si propone anche come cantante di vocalità sorniona, come se a cantare quei classici fosse chiunque di noi.

Orchestra Jazz Siciliana – The Brass Group

Sabato 13 ottobre 2018
John Surman e Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori
Playing John Surman
Sala Verdi – Conservatorio Giuseppe Verdi – Via Conservatorio 12, ore 21
Prezzi: Intero euro 10 – ridotto euro 5
Uno dei concerti più attesi della prima edizione della Stagione Musicale Area M – Città Studi Sound è affidato all’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori, in residenza dal 2017 presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano che coproduce il concerto insieme ad Arti e Corti. Il progetto è dedicato alle composizioni per big band di John Surman uno dei massimi esponenti del jazz europeo, che sarà addirittura sul palco della Sala Verdi del Conservatorio come solista ospite con il suo sax baritono oltre che come arrangiatore dei brani. L’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori sarà diretta da Alberto Mandarini a cui viene affidato il compito di favorire il dialogo fra i giovani musicisti e John Surman, presenza eccezionale ed originalissima non solo nel cartellone della rassegna ma nella Città di Milano che di Jazz se ne intende, e parecchio. Il percorso di “tutoring post diploma”  offerto dal progetto ai giovani musicisti, siano essi componenti nelle produzioni di Area M Orchestra sia in questa, ne esce quindi ulteriormente rafforzato dalla presenza sul palco di John Surman, da ricordare non solo da parte degli spettatori che avranno la fortuna di ascoltarlo, ma soprattutto dai suoi giovani ed occasionali compagni di viaggio che potranno citarlo nel loro curriculum.

John Surman

Mercoledì 17 ottobre
Giulio Gentile Emanuela Di Benedetto Duo
There’s No Place Like Home
Upcycle cafè – Via Ampere, 59 – Milano, ore 19
Prezzi: Intero euro 5 – ridotto di legge ed Area M Card euro 2
Area M – Città Studi Sound invita questa volta un Duo Piano e Voce che alterna un repertorio di composizioni originali con qualche standard riarrangiato alla loro maniera. Atmosfere delicate, robusti interventi pianistici, perfetto incontro fra il suono del pianoforte suonato da Giulio Gentile e la voce di Emanuela Di Benedetto, con la quale il progetto ha vinto il Premio delle Arti al Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi. E in cantiere c’è anche un disco che si chiamerà come il concerto, “There’s No Place Like Home”, in attesa di essere pubblicato. Il Duo proviene dall’Abruzzo, una delle regioni italiane più ricche di talenti nella storia del jazz e nel suo presente, basti pensare ad alcuni grandi talenti come il batterista Lorenzo Tucci e il contrabbassista Luca Bulgarelli, ma soprattutto il sassofonista Tino Tracanna che coordina la rassegna di quest’anno.
Area M – Città Studi Sound, mantiene con questa proposta la propria vocazione di scoperta e di valorizzazione dei talenti emergenti nel panorama jazzistico italiano
Con Giulio Gentile (pianoforte) ed Emanuela Di Benedetto (voce)

Giulio Gentile Emanuela Di Benedetto Duo

Lunedì 22 ottobre 2018
I set Gianluca Di Ienno – Simona Parrinello Duo
Into The Wild Woods
II set Francesca Corrias Roundella Quintet
Roundella
Teatro Menotti – Via Ciro Menotti 11, ore 21
Prezzi: Intero euro 15 – ridotto euro 10
La dimensione sonora di grande spazio del duo voce-piano viene esplorata nella volontà di celebrare il forte rapporto fra composizione e poetica in un racconto dinamico ed evocativo. La personale lettura delle composizioni anima scenari contrastanti intensi ed eterei, raccontati soprattutto attraverso la presentazione di brani originali e di song. Un viaggio alla ricerca dell’essenza  in cui il mondo della tradizione jazzistica vocale americana sposa i colori del jazz del vecchio continente aprendo il dialogo musicale anche alla tradizione classica europea in un ambito contemporaneo. Il duo formato da Simona Parrinello e Gianluca Di Ienno, compagni di scena e nella vita rappresenta una delle migliori realtà musicali in campo jazzistico, sia per la perizia tecnica e strumentale sia per l’assoluta originalità del progetto e delle scelte musicali.
Con Simona Parrinello (vocals, compositions) e Gianluca Di Ienno (piano, electronics, ompositions).
Roundella è un’idea che nasce nella primavera del 2012 quando Francesca
Corrias, Filippo Mundula e Gianrico Manca, sulla base del precedente quartetto “Around Ella” (tributo ad Ella Fitzgerald), danno vita ad un  progetto totalmente originale avvalendosi della chitarra di Mauro Laconi. Roundella attinge consapevolmente dal jazz per spingersi in territori più sperimentali, vicini all’hip hop underground contemporaneo.
Il primo disco Biography è uscito ufficialmente per l’etichetta S’Ard Music nel Novembre 2015. Dal 2017 avvia un progetto di collaborazione a lungo termine con il pianista Luca Mannutza, già noto nella scena jazz internazionale. Roundella presenta un repertorio di brani originali, alcuni tratti dal primo album e totalmente riarrangiati per il quintetto e altri inediti che a breve faranno parte del secondo album, la cui uscita è prevista per la fine del 2018. Con Francesca Corrias (voce e effetti) Luca Mannutza (piano, rhodes e synth) Mauro Laconi (chitarra elettrica) Filippo Mundula (contrabbasso) Gianrico Manca (batteria).

Gianluca Di Ienno – Simona Parrinello Duo
Francesca Corrias

Mercoledì 24 ottobre 2018
Alessandro Rossi Quartet
Emancipation
Upcycle cafè – Via Ampere, 59 – ore 19
Prezzi: Intero euro 5 – ridotto ed Area M Card euro 2
Emancipation è il primo progetto da Leader di Alessandro Rossi. All’attivo decine di concerti tra festival e club tra Italia (Iseo Jazz Festival) e Romania (Trasilvania Jazz Fest, North West Fest, Arcub Artist in Residence). Nel 2018 Emancipation vince il premio Tomorrow’s Jazz, concorso dedicato ai giovani talenti del jazz italiano, promosso da Veneto Jazz. Il disco, omonimo, è un insieme di brani originali che esprimono al meglio l’estetica del batterista nel proprio percorso di ricerca musicale. Tra le varie influenze presenti nel disco è particolarmente forte quella rock che culmina con un personale arrangiamento di “Lithium” dei Nirvana, mentre elettronica ed effetti colorano il disco, dandogli un timbro moderno, contemporaneo. Non manca il tributo al repertorio del jazz con un arrangiamento di “Punjab” (Joe Henderson). L’album è realizzato assieme musicisti con i quali l’intesa musicale e umana si è affinata da tempo avendo avuto modo di collaborare assieme negli anni in diversi progetti. Il disco è prodotto da CAM JAZZ e fa parte della collana ‘presents’, dedicata ai nuovi talenti.
Alessandro Rossi (batteria), Andrea Lombardini (basso elettrico), Massimo Imperatore (chitarra), Massimiliano Milesi (sax tenore).

Alessandro Rossi 4tet

Lunedì 29 ottobre 2018
Dave Douglas featuring Ur kestra
Teatro Menotti – Via Ciro Menotti, 11 – Milano,ore 21
Prezzi: Intero euro 15 – ridotto euro 10

Dave Douglas, il grande trombettista americano, si unisce a 6 nuovi amici, 6 musicisti, che diventano, in questo progetto, i suoi compagni di viaggio: Dave Douglas Feat. UR-KESTRA nasce sotto le luci del progetto UR, una giovane etichetta discografica nata a fine 2015 da un’idea di Gabriele Boggio Ferraris, vibrafonista jazz milanese. Il gruppo proposte musica interamente originale, firmata da ciascun dei componenti del collettivo: tutti i, musicisti coinvolti provengono dalle più svariate esperienze musicali ed appartengono a pieno titolo alle nuove leve del Jazz italiano. Partendo dall’esperienza delle “Folk Song” di Luciano Berio, la musica dell’UR-KESTRA promuove un “viaggio musicale” che va a toccare tutti e cinque i continenti, da Bali ad Israele, dall’Ungheria al Giappone. Le diverse sonorità vengono sintetizzate attraverso il linguaggio del jazz contemporaneo, e la sua naturale predisposizione alla commistione tra i generi più svariati: dal rock alle musiche balcaniche, dalla world music alla musica contemporanea più sperimentale.
Dave Douglas (tromba), Gabriele Boggio Ferraris (vibrafono), Andrea Baronchelli (trombone), Filippo Sala (batteria), Luca Pissavini (contrabbasso), Massimiliano Milesi (sassofono tenore), Michele Bonifati (chitarra).

Dave Douglas featuring Ur kestra

Mercoledì 31 ottobre
Francesco Ponticelli Quartet
Eldorado
Upcycle Cafè – Via Ampere, 59 – ore 19
Prezzi: Intero euro 5 – ridotto ed Area M Card euro 2

Il quartetto di Francesco Ponticelli è nato nel 2011 sull’onda della registrazione del primo album a nome di Ponticelli, Ellipses, un album con un’impostazione particolare, in cui ogni brano ha una formazione diversa e in cui l’elettronica gioca un ruolo fondamentale.
Francesco  chiama a raccolta alcuni dei talenti più freschi della nuova generazione, ricerca un’originalità nel suono d’insieme. Il repertorio è costituito dalle composizioni originali di Ponticelli, che hanno in se’ una quantità indefinita di riferimenti e di influenze e che non sono mai esercizi di stile. Allo stesso modo, non è mai un esercizio di stile l’improvvisazione, che si lega in primo luogo al suono e all’interplay, cercando di dare vita, attraverso il colore della composizione, a una storia sempre diversa, emotivamente coerente e mai banale. Dopo Ellipses il quartetto suona nei più prestigiosi palchi italiani riscuotendo grande interesse ed uscito nel 2017 Kon-Tiki, il secondo disco in cui si condensa l’esperienza di questi primi anni di lavoro e in cui sia l’aspetto compositivo che il suono di gruppo raggiungono una maggiore maturità.
Con Dan Kinzelman  sax e clarinetto, Enrico Zanisi pianoforte, Francesco Ponticelli contrabbasso ed Enrico Morello batteria.

Francesco Ponticelli 4tet

Info: 331/6085877 – 02/95409482
www.area-m.it